Plafond Carta di Credito: Cos’è e come si Può Aumentare

Possedere una carta di credito certamente comporta notevoli vantaggi ma d’altro canto si deveno tenere in considerazione anche altri aspetti come il plafond. Il funzionamento di questo processo è molto semplice. Prima di spiegare il suo funzionamento andiamo a ricordare cos’è la carta di credito, essa è correlata ad un conto bancario e permette l’acquisizione di prodotti o servizi come qualsiasi altra carta prepagata solamente con un’unica differenza rispetto alle carte prepagate o di debito.

La carta di credito permette l’acquisizione senza incombere in un addebito immediato della somma sul conto stesso ma tale addebito avverrà alla fine del mese oppure nei mesi successivi. Essa permette di andare anche sotto l’importo residuo del conto in modo da utilizzare soldi non propri ma dell’istituto bancario. Insomma ciò equivale ad una sorta di credito con la banca stessa. Questo significa che ogni qual volta utilizzate la carta di credito sforando l’importo residuo andate ad effettuare un mini prestito il quale ha dei tassi d’interesse perciò è molto importante conoscere bene i termini contrattuali poiché influisce sul plafond ed il suo incremento.

Plafond e suo funzionamento

Il termine plafond deriva dal francese assumendo la terminologia adattata come tetto infatti il plafond è la somma massima che si può spendere con la carta di credito, ciò significa che si possono fare acquisti per l’intera somma nel mese corrente. Oltre gli acquisti nelle attività commerciali vengono integrati anche i prelievi agli ATM per il raggiungimento del plafond.

La somma corrispondente del tetto massimale ovvero plafond viene specificata nelle condizioni contrattuali della carta di credito e possono essere influenzate dalle entrate mensili. Insomma se nel mese di gennaio avete un plafond di 3000€ e vengono spesi solamente 1500€ nel mese seguente ovvero febbraio il plafond verrà ricostituito alla somma specificata nel contratto ovvero 3000€. Come si può notare i residui del plafond non sono cumulabili ma bensì ben definiti e precisi.

Come Aumentare il Plafond

L’aumento del plafond è possibile solamente nel momento in cui vengono rispettate delle condizioni come degli introiti mensili giustificati più grandi rispetto a quelli precedenti aventi il suddetto plafond. Per chiedere l’aumento ci si deve recare nella filiale bancaria presso la quale si ha aperto il conto, in tale occasione è possibile che vengano chieste le ragioni per cui si vuole tale aumento poiché questo tipo di operazione è riservata alla discrezione della banca in quanto significa che la banca vi attui un prestito nel rispettivo mese.

Più grande è la richiesta di aumento del plafond più difficile sarà la sua approvazione in quanto le entrate dovrebbero coprire tale somma per poter recuperare la somma necessaria. Una volta effettuata la richiesta la banca si riserverà del tempo per analizzare la situazione finanziaria del conto nello specifico ed in seguito attraverso una comunicazione verrà consegnato l’esito positivo o negativo.